Mobilitazione contro accordo MIUR-Microsoft

Da WikiLilis.

Il forum dell'associazione L.I.Li.S. discute del protocollo d'intesa, stipulato il 15 Maggio 2015, tra il MIUR e Microsoft “A supporto della promozione e dello sviluppo della cultura digitale nella Scuola”.

Il protocollo prevede diversi incontri con dirigenti scolastici, insegnanti e studenti. Il tema fondamentale riguarda l’educazione ai media e l’uso consapevole e critico delle tecnologie e degli ambienti digitali. Il MIUR ha dunque scelto Microsoft, società nota per essere stata multata diverse volte per "abuso di posizione dominante", quale tutor ideale per insegnare ai nostri giovani studenti senso critico e consapevolezza!

Ironia della sorte, la L.I.Li.S., così come tante altre associazioni che operano per la diffusione del software libero, è da anni impegnata affinché proprio le scuole diventino i primi luoghi di cultura digitale libera ed indipendente invitandole ad eliminare dai propri programmi didattici e dai propri laboratori i prodotti della Microsoft (e degli altri produttori di software proprietario)!

Il software libero è patrimonio dell'umanità, può essere copiato e distribuito liberamente e soprattutto può essere studiato e modificato. ll software proprietario invece può essere utilizzato solo nel rispetto delle condizioni della licenza d'uso, non può essere copiato, distribuito ne può essere modificato in quanto il codice sorgente costituisce patrimonio privato e "segreto industriale" del produttore.

La scuola è conoscenza, studio, approfondimento, condivisione, il software proprietario semplicemente nega tutto ciò.

Crediamo che tale intesa abbia dunque il solo obiettivo di consolidare il monopolio delle soluzioni di software proprietario a discapito di quelle di software libero nel mondo della pubblica istruzione, in un periodo di già forti contrasti. Segnaliamo inoltre che si tratta di un atteggiamento decisamente controcorrente rispetto ai numerosi paesi europei che stanno invece attuando migrazioni a software e formati liberi, avendo compreso i vantaggi in termici di indipendenza, economicità e manutenibilità rispetto alle controparti proprietarie.

Per questi motivi riteniamo necessario ribadire la centralità del software libero (e dei formati liberi) nel dibattito sulla riforma della scuola e della P.A.

Invitiamo tutti gli interessati a visitare il nostro forum per discutere insieme di software libero all'indirizzo:

http://forum.lilis.it

ed a partecipare attivamente alla discussione sull'argomento:

http://forum.lilis.it/viewtopic.php?f=7&t=57